Video preview of the expedition to Alaska

It has been almost three weeks since the beginning of the ‘On the trail of the Glaciers’ expedition –  Alaska 2013. Three intense weeks of moving around, long missions in the very dense rainforest, freezing mornings on tiny boats that brought us to the heart of one of the most spectacular wilderness reserves in the world. Just think to that the magical fjord that is Glacier Bay National Park, was buried entirely by an ice cap back in 1750. After the most intense glacier retreat in the history of the planet, it has become home to a huge number of different species. Bears, whales, seals, killer whales and sea lions were present during  the mission to re-create the images taken by explorers, naturalists, and American geologists who set out to explore Alaska at the end of the 19th century.

Below is a summary of the first moving images of the expedition

 

7 thoughts on “Video preview of the expedition to Alaska

  1. Ciao Fabiano, che meraviglia…fate il pieno di questi luoghi unici, favolosi, respirate la Natura, l’aria incontaminata, il freddo, i colori, la durezza e la bellezza di quelle terre estreme…e riportate foto stupende!…beati voi, Into the Wild!
    Appena rito in scena di nuovo il mio spettacolo teatrale “Quelli che cercano: INTO THE WILD World”,
    devi venire…
    E la prossima volta che andate dovrò venire li’ in Alaska anch’io…
    A presto
    Riccardo

  2. …..dopo due lunghi anni di faticosa preparazione, finalmente si scatta!!!!!!
    Un in bocca al lupo a tutta la spedizione ed in particolare al mio amico Fabiano…. Meravigliaci ancora una volta con le tue splendide foto!
    Un abbraccio
    Pierluigi

  3. Fabiano, che posto magnifico! Grazie per le bellissime immagini. Una spedizione che riserva tante emozioni, ogni giorno diverse. A tutti voi un grosso “in bocca al lupo”!

  4. Questo cognome vi sarà familiare… Belle immagini, belle riprese e bei montaggi… dimentico che siano anche di mio figlio ed apprezzo l’operato, avendo io stesso per tanti anni, svolto questo mestiere…. Vi continuerò a seguire con grandissimo interesse perchè penso che vedere quei posti – così suggestivi che il Signore ha creato – sia un’esperienza <> non solo per chi la riprende, ma anche per chi la riceve, creando nello spettatore le medesime emozioni provate dalla sensibilità dell’operatore. Buon lavoro e buon proseguimento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Share this page